OSTERIE D’ITALIA 2013

“A pochi minuti dall’imponente Stazione Centrale c’è l’accogliente Osteria pensata e curata da Angelo Bissolotti e famiglia. Un ampio bancone sovrasta la prima sala, di norma più affollata; silenziosa e tranquilla la successiva, dagli arredi semplici con tavoli ben apparecchiati, e bellissimo il Salone Liberty sempre pronto ad accogliere eventi, banchetti e feste. La carta degli antipasti offre salumi dei Presìdi Slow Food (11 Euro), selezioni d’oca e delle eccellenze della Val d’Orcia. Tra i primi, tagliolini alle tre carni (9,50 Euro), zuppa di ceci con speck d’oca, paccheri con pomodoro e pezzente, ottimi tortelli di verza e salsiccia o di formaggio d’alpeggio con mele e vezzena. Invitanti i secondi: oca al ginepra con polentina di mais bianco perla (15 Euro), cassoeula, guanciale di manzo bollitto con bagnetto verde, rosso, rafano e mostarda di zucca, merluzza in casseruola, sformato di bietole, tortino di porri, flan di broccoli. Menzione speciale per i formaggi, vaccini e caprini (11,50 Euro). Si chiude con strudel di mele e noci con salsa ai frutti di bosco (6,50 Euro), sfogliata di ricotta con salsa d’arancia, un ottimo gelato al pistacchio e peperoncino. Ben fornita la carta dei vini, dai ricarichi corretti. Se si è fortunati può capitare che un avventore imbracci la chitarra: si ascolta musica, si canta e si tira tardi con un calice di vino che aggiunge calore e colore alla serata.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.